Mostra fotografica
Acqua, Riflessi e Riflessioni

Ci presenta più opere d’arte la
Natura di quelle che si possono
vedere nei musei di tutto il mondo;
ma spesso siamo impreparati ad
ammirarle. Salvo poi comportarci
come dei qualificati critici d’arte
quando entriamo in una galleria.

O. Martyn Fastok

Questa mostra, con la presentazione del critico d’arte Angelo Mistrangelo, è stata esposta a Torino nel 2010 presso la storica Galleria d’Arte La Conchiglia, nel periodo in cui ricorreva la giornata mondiale dell’acqua. L’inaugurazione è stata preceduta da una performance artistica, in tema con la mostra, ideata e recitata dall’artista Maghali Miranda, che assieme al tenore Ludo Farago e alla pianista Luisella Germano hanno allietato gli invitati.

Nel medesimo anno, integrata con diverse altre opere, fu presentata a Villa Giulia di Verbania. Mentre nel 2011, accresciuta di nuove fotografie, fu inserita fra le manifestazioni di Umbria Water Festival. Tra le numerose adesione a questo grande evento spiccavano i patrocini dell’UNESCO, dell’Unione Europea e della Repubblica Italiana.
Le fotografie non sono state elaborate con programmi informatici per la manipolazione di immagini; non sono stati usati filtri e nulla è stato frapposto tra il tradizionale obiettivo e l’acqua allo stato naturale. Gli effetti particolari sono dovuti esclusivamente ai colori dell’ambiente circostante; tinte che si specchiano e si combinano virtualmente sulla flessuosa superficie; tra luci, ombre e instabili riverberi generati dal mutare della luminosità del cielo.
Si tratta pertanto di immagini allo stato naturale che ogni persona attenta può vedere con i propri occhi. La fotografia ha solamente fermato l’attimo fuggente.

[metaslider id=233]